GIOVANNI RUSSILLO

Ho inviato la domanda per essere ammesso al Leadership Programme di Teach First a Londra a fine 2016 dopo mesi di riflessioni e dibattiti interiori. Anche se mi ero documentato e credevo di sapere tutto quello che si potesse sapere sul programma, in realta’ non avevo alcuna idea di cosa significasse insegnare ad una classe di 30 bambini in una lingua che non e’ la tua ed in un contesto sociale di povertà e disagio. Non so se l’ignoranza sia stata un bene od un male, quello che so però è che rifarei tutto senza alcuna esitazione.

Dopo aver ottenuto una laurea magistrale in Economia alla Bocconi, ho lavorato per quasi tre anni per Amazon in Lussemburgo, Spagna ed Inghilterra. La mia carriera stava andando bene, stavo crescendo e le opportunita’ non mancavano. Quello che mancava pero’ era il mio entusiasmo per il lavoro e la sensazione di fare qualcosa che avesse effettivamente un impatto positivo sulla società. Avevo bisogno di un lavoro che mi stimolasse, che mi facesse crescere ancora di più e che soprattutto desse un significato più profondo alle mie giornate.

Credo senza riserve nel valore dell’educazione. Credo che un’ottima educazione di base sia un diritto inalienabile di tutti e credo che sia una condizione necessaria per poter creare un società migliore, una società che possa affrontare in maniera adeguata le importanti sfide del futuro. Poter garantire ad ogni bambino, indipendentemente da dove sia nato e dalla sua famiglia di provenienza, un’istruzione di qualità è lo scopo principale di Teach First e delle organizzazioni membre di Teach For All. Il modello è semplice ed ingegnoso al tempo stesso. L’idea di base è quella di preparare all’insegnamento persone capaci e motivate, fornendo loro i giusti incentivi, per poi allocarle in scuole in difficoltà o con carenza di personale qualificato. Credo che si possa applicare in ogni nazione e sono super contento di vedere che in Italia Teach For Italy sta’ sviluppando un programma simile.

Oggi lavoro in una piccola scuola elementare nella periferia est di Londra e sto finendo un Post Graduate Diploma in Educazione (una specie di Master) al Institute of Education del University College of London. La mia esperienza personale è stata quella di un percorso molto intenso, a volte difficile e tortuoso ma che mi ha permesso di maturare, imparare e crescere come mai mi era accaduto prima. Diventare un ottimo insegnante non è semplice, richiede dedizione, impegno e (molta!) pazienza. Ogni azione ha un impatto diretto sugli studenti, ogni attimo conta, ed ogni occasione è buona per poter migliorare la vita degli altri. Da italiano, la mia speranza è che un modello simile a quello di Teach First si possa adattare al contesto del Bel Paese e che possa segnare l’inizio di un rinnovamento e rilancio del nostro sistema educativo. Ci fosse stato nel 2016 un “Insegnare per l’Italia”, sicuramente non sarei andato ad insegnare nelle periferie di Londra ma sarei tornato in Italia.